Ti amo” VS “ti voglio bene

Per molti italiani l’amore è un sentimento intenso tra l’amante e l’amato in un rapporto di passione.

L’espressione “ti amo” è un’espressione di forte sentimento e viene usata tra due amanti, due fidanzati, o con chi si ha una relazione sentimentale.
Ci sono quindi differenze tra queste due espressioni d’amore: “ti amo” e “ti voglio bene”.

Le persone di lingua inglese usano “ti amo” più facilmente; lo dicono alla mamma e alle persone care per dimostrare l’affetto che provano.

Agli italiani non viene facile dire “ti amo” alla mamma o agli altri familiari, e per esprimere l’affetto verso di loro si usa l’espressione “ti voglio bene”, frase che, al contrario di “ti amo”, non ha un significato passionale o d’intimità.

Anche se ci sono tanti italiani che dicono “ti amo” facilmente, in alcune regioni d’Italia questa voce è usata raramente con gli amici, i figli, i genitori, i fratelli e le sorelle, e l’affetto che si prova per loro si esprime, invece, con l’espressione “ti voglio bene”, letteralmente “voglio il tuo bene”.

In inglese questa differenza non c’è e tutti dicono “I love you”. Ci sono anche espressioni come “I care for you/I feel for you” che si traducono con “ti voglio bene” e che significano “mi stai a cuore”.

C’è anche l’espressione “I wish you well” letteralmente “ti voglio bene” ma il suo significato è un augurio di buona riuscita per un viaggio o un progetto importante, oppure un saluto di addio per una persona che parte e va via.
Personalmente dovessi distinguerli direi che il volere bene lo vedo come “volere il bene di qualcuno” quindi requisito fondamentale per un’amicizia, per un amore, per qualsiasi rapporto in cui uno desideri vedere felice l’altra persona.
Ti amo implica un coinvolgimento più profondo, un innamoramento, una fusione.

Follow Italian Tutor for Easitalian:

Your coach to learn and improve Italian language

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.